Terni (60 km)

Capoluogo di provincia, i suoi confini spaziano in scenari molto diversi tra loro, dalle valli fluviali, ai monti appenninici fino alle pianure alluvionali, creando una grande varietà di ambienti naturali.

Di suggestiva bellezza, a pochi chilometri dalla città, il Lago di Piediluco, con la sua forma irregolare, e la Cascata delle Marmore, le più alte di Europa con un salto di 165 metri, formate del Fiume Velino che si getta nel sottostante Fiume Nera per poi attraversare la città.

E’ una città prettamente di carattere industriale per i suoi stabilimenti chimici e principalmente per le sue acciaierie che ne hanno causato pesanti bombardamenti nel corso della seconda guerra mondiale che la distrussero quasi completamente.
Il suo territorio era già abitato nell’età del bronzo e del ferro, come testimoniano numerosi rinvenimenti.

È conosciuta in tutto il mondo come “città degli innamorati”, il suo patrono è San Valentino, che qui nacque e divenne vescovo e le cui spoglie sono custodite nella omonima basilica a lui dedicata.