Todi (37 km)

Sorge su un colle situato sulla riva sinistra del Tevere, e il suo nome deriva da “Tutere” che significa “Città di confine”, in riferimento alla sua posizione geografica con il territorio degli Etruschi.

Nei secoli non ha cambiato molto della sua struttura urbana, difatti la città è pressoché identica quella del periodo medievale.

Tra i palazzi storici di grande interesse si segnalano il Palazzo del Capitano, detto anche Palazzo Nuovo, e l’adiacente Palazzo del Popolo sede del comune di Todi. Nella Piazza del Popolo, in stile romanico-gotico, si erge il Duomo dell’Annunziata, di cui una particolarità è un affresco del “Giudizio universale”, il Palazzo Vescovile e il Palazzo dei Priori con la sua torre trapezoidale.
Grande attrazione suscitano per la loro struttura e i loro ornamenti scultori la Chiesa di San Fortunato del XIII secolo, e il Tempio di Santa Maria della Consolazione, una chiesa rinascimentale fuori dalle mura cittadine. Una caratteristica della città è la triplice cerchia di mura difensive, e le porte di accesso della terza cerchia, quelle più esterne, che prendono il nome dalle città di destinazione verso cui le strade conducevano.

La città di Todi è sede una volta all’anno di raduno internazionale di mongolfiere provenienti da tutto il mondo.