Bevagna (10 km)

Bevagna

Nel primo secolo, sotto il dominio romano, fu per sua posizione strategica, un importante centro di viabilità per la via Flaminia e per il porto fluviale sul Topino le cui acque, all’epoca navigabile, si gettano nel fiume Chiascio e nel Tevere.

La città è citata tra "i borghi più belli di Italia", era conosciuta sia per l’agricoltura sia per le pregiate tele che si producevano. Ai giorni nostri è famosa per il Mercato delle Gaite, i suoi quartieri, una manifestazione di rievocazione storica, di cui si pregia di essere la più veritiera possibile, in cui è possibile rivive la vita quotidiana medievale nel periodo tra il XIII e il XIV secolo.

In stile romano sono la Chiesa di San Michele e la Chiesa di San Silvestro, come pure i resti di un tempio, mentre la Piazza Silvestri è una rappresentazione delle più importanti piazze medioevali.